Risparmio idrico

10 consigli utili per il risparmio idrico

Il problema dell’acqua e della sua scarsità sta diventando sempre più grave e non è più ammissibile il disinteresse e la disattenzione nei confronti della sua qualità e del suo risparmio.
Ciò è possibile se l’acqua viene ad essere considerata nei comportamenti del singolo cittadino una risorsa utile per l’oggi e per il domani e che un suo degrado comporta, oltre che un costo enorme per la collettività, anche un rischio concreto di scadimento della nostra qualità di vita.
E’ quindi necessario sviluppare una nuova coscienza circa l’uso dell’acqua e correggere certi nostri abituali comportamenti che parecchie volte ci portano ad abusare di questa preziosa ed insostituibile risorsa.Per utilizzare in modo corretto l’acqua di uso domestico, riducendo gli sprechi e limitandone di conseguenza i costi, si consigliano alcune semplici regole di comportamento.

1) controllo dell’impianto idrico domestico

un rubinetto che gocciola, oltre ad infastidire, è causa di un notevole spreco (90 gocce al minuto sono 4.000 litri di acqua sprecata all’anno); con una corretta manutenzione si risparmia acqua e denaro

2) lo sciacquone

oltre il 30% dei consumi idrici domestici sono imputabili allo sciacquone, poiché premendo il pulsante se ne vanno circa 10 litri d’acqua, non sempre necessari; sarebbe utile dotare lo scarico del WC con moderni sistemi a quantità differenziata, da regolare a seconda delle esigenze; anche nel caso dello sciacquone è importantissima la manutenzione, considerato che un WC che perde può arrivare a consumare 100 litri al giorno.

3) la doccia è meglio

è preferibile fare la doccia anziché il bagno: è più veloce e riduce di un terzo i consumi

4) non sempre il rubinetto deve restare aperto

mentre ci si rade o ci si lavano i denti non è necessario tenere il rubinetto costantemente aperto, ma solo per il tempo necessario; così pure quando si lavano i piatti o ci si fa lo shampoo si può raccogliere l’acqua in un contenitore o nel lavello e non usare l’acqua corrente per tutto il tempo.

5) il frangiflutto

un sistema semplice ed economico per risparmiare migliaia di litri d’acqua all’anno è dato dall’installazione del frangigetto o frangiflutto: una retina che arricchisce il getto con l’aria riducendo la fuoriuscita dell’acqua.

6) gli elettrodomestici: uso intelligente

per risparmiare acqua ed energia elettrica è opportuno utilizzare la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico, diminuendo così la frequenza dei lavaggi; attenzione anche alla temperatura: un lavaggio a 30° consuma la metà dell’acqua di un lavaggio a 90°;
inoltre quando si acquista uno di questi elettrodomestici è bene raffrontare il consumo di acqua indicato dal costruttore e scegliere il prodotto che garantisce un minor consumo: si risparmierà per anni senza rendersene conto

7) in cucina

non è necessario lavare la frutta e la verdura sotto l’acqua corrente, è sufficiente lasciarla a bagno con un pizzico di bicarbonato; nella preparazione dei cibi vengono spesso imbrattate più stoviglie del necessario; inoltre viene utilizzata una dose eccessiva di prodotti chimici per la pulizia delle stoviglie e della casa, il che, oltre a causare inquinamento dei corsi d’acqua, aumenta il consumo d’acqua necessaria per il risciacquo

8) l’acqua riutilizzata

l’acqua di cottura della pasta è un ottimo sgrassante per lavare le stoviglie senza uso esagerato di detersivo, mentre l’acqua usata per lavare la frutta e la verdura può essere riutilizzata per innaffiare le piante e i fiori; a questo proposito è bene ricordare che questa operazione va eseguita la sera, quando il sole è calato e l’acqua evapora in misura minore

9) la temperatura dell’acqua

spesso si lascia scorrere l’acqua finché non raggiunge la temperatura desiderata; è possibile evitare questa dispersione con un intervento di isolamento termico e, in estate, è bene tenere in frigorifero qualche bottiglia piuttosto che far scorrere l’acqua fino a che diventa bella fresca

10) da non dimenticare

quando si va in ferie o ci si assenta per lunghi periodi da casa è buona regola chiudere il rubinetto centrale dell’acqua, evitando così perdite e disagi dovuti a rotture impreviste nell’impianto

Seguendo questi piccoli accorgimenti è possibile fornire il proprio contributo per la salvaguardia dell’ambiente risparmiando alcune migliaia di litri d’acqua e anche… alcuni Euro